Diagnostica

Test diagnostici ambulatoriali: che cosa sono e a cosa servono

ll termine diagnosi ha origine greca e significa “riconoscere attraverso”.

In campo medico, la diagnosi viene definita come “giudizio clinico che consiste nel riconoscere una condizione presente nel paziente”.

Cosa significa fare una diagnosi?

Quando il Medico vuole fare una diagnosi, il suo obiettivo è quello di identificare:

  • la patologia che determina il problema del paziente
  • la sede corporea in cui essa si manifesta
  • il tipo di malattia e i segni clinici associati
  • la sua causa ed eventuali fattori predisponenti.

Come funziona il processo diagnostico?

Per poter arrivare ad emettere una diagnosi definitiva, il Medico deve seguire un iter diagnostico ben preciso, una sorta di metodo che comprende diversi step:

  • identificazione del problema del paziente (sintomi e segni clinici che costituiscono il motivo del consulto medico)
  • identificazione del paziente (segnalamento: specie, razza, sesso, età, ecc.)
  • raccolta delle informazioni riguardanti il paziente: storia clinica presente e passata (anamnesi recente e remota)
  • visita clinica
  • test diagnostici.
esame urine gatto come fare - Teknofarma

Questo processo può portare ad uno o più sospetti diagnostici. Molto spesso non si arriva ad una diagnosi di assoluta certezza. Anzi, questa è nella maggior parte dei casi il risultato di un processo probabilistico che ha portato ad escludere le ipotesi diagnostiche meno probabili. Inoltre, più si desidera essere precisi nella diagnosi e più test diagnostici è necessario effettuare.

soffietto al cuore cane1 - Teknofarma

Che cosa sono i test diagnostici?

I test diagnostici sono tutti quegli esami che aiutano il Medico ad orientarsi con maggior precisione verso la diagnosi definitiva. Spesso consentono al Medico di confermare o smentire il sospetto diagnostico iniziale che lui ha formulato sulla base dell’anamnesi e della visita clinica.

I test diagnostici comprendono:

  • le indagini di laboratorio (esami del sangue, delle urine, citologici, istologici, ecc.)
  • la diagnostica per immagini (radiografia, ecografia, TAC, ecc.)
  • la diagnostica strumentale funzionale (elettrocardiogramma, elettromiografia, ecc.)
  • l’autopsia (post-mortem).

Che cosa sono i test diagnostici ambulatoriali?

I test diagnostici ambulatoriali sono tutti quelli di cui dispone un determinato Medico nella propria struttura e che può effettuare immediatamente in caso di necessità. Questi consentono di avere l’esito in tempi relativamente rapidi poiché l’esecuzione del test è gestita direttamente dalla struttura stessa, senza passaggi intermedi che coinvolgono enti o figure mediche esterni. Non sono gli stessi a disposizione per tutti i Medici, in quanto ciò dipende dalla disponibilità della singola struttura: nella maggior parte dei casi le cliniche e gli ospedali veterinari hanno maggiore disponibilità rispetto agli ambulatori.

I test diagnostici ambulatoriali possono comprendere la diagnostica per immagini, di laboratorio e strumentale.

I test di laboratorio eseguibili a livello ambulatoriale sono diversi:

  • quelli che prevedono l’uso di macchinari (contaglobuli, analizzatore biochimico, glucometro, microscopio, ecc.): ad esempio test quali glicemia, emocromo, emogas, profilo biochimico, esame delle feci
  • test rapidi su sangue, urina e liquidi organici in genere che nella maggior parte dei casi consentono di avere i risultati in tempi molto rapidi (circa 15-20 minuti): ad esempio test rapidi immunocromatografici per malattie infettive come FIV e FeLV nel gatto, filariosi nel cane, ecc.
  • test che richiedono tempi più lunghi di esecuzione (da giorni a settimane): ad esempio l'esame colturale per dermatofiti con terreni DTM.

Di solito i test diagnostici ambulatoriali sono apprezzati e richiesti dai proprietari degli animali proprio per il fatto che permettono di avere un esito in tempi piuttosto brevi con costi relativamente contenuti.

rogna cane - Teknofarma
soffietto al cuore cane - Teknofarma

In conclusione

Il processo che porta il Medico alla formulazione di una diagnosi definitiva o molto probabile consiste di vari passaggi: raccolta delle informazioni relative al paziente, visita clinica e test diagnostici.

La rapidità con cui il Medico giunge alla diagnosi dipende sicuramente dalle sue competenze e conoscenze mediche, ma anche in buona parte dalla possibilità di avere a disposizione più strumenti diagnostici: quanto più è largo il ventaglio delle indagini diagnostiche eseguibili e tanto più velocemente è probabile che si arrivi alla diagnosi.

I test diagnostici ambulatoriali rappresentano un grande strumento per il Medico perché possono essere effettuati e valutati direttamente da lui o, in ogni caso, all’interno della sua struttura veterinaria senza coinvolgimento esterno. Inoltre, nella maggior parte dei casi incontrano la compliance del proprietario che tendenzialmente vuole avere un esito rapido e con costi relativamente contenuti.

Torna in alto
error: Alert: Content selection is disabled!!